L’arrivo alla morte: i sogni finali

Essendo la morte uno stato a cui tutti inevitabilmente approdiamo, prendere delle precauzioni o semplicemente esprimere le nostre volontà quando siamo ancora in vivenza, non è affatto strano. Nelle ultime settimane di vita, uno studio sul tema ha affermato che si farebbero più frequenti i sogni dal sapore consolatorio che mettono in luce i voleri del nostro inconscio, nonché il ricordo di amici cari e parenti che ormai non si sono più. Numerose sono le testimonianze di persone che hanno avuto dei sogni o delle visioni dense di significato che, proprio durante gli ultimi giorni di vita, hanno avuto un ruolo non indifferente. Uno studio di carattere scientifico, si è espresso in merito al tema sostenendo che questi sogni abbiano un effetto catartico in chi sta abbandonando la vita: lo studio è stato realizzato solo su 66 pazienti e da un'università di nicchia, richiede per cui ulteriori analisi ed approfondimenti che possano portare questo tema ad avere notorietà.

Gli ultimi desideri

Alcune persone, in punto di morte, esprimono i loro desideri più intimi, come abbracciare per l'ultima volta il proprio cane o il proprio gatto, mentre altri chiedono di poter assaggiare per l'ultima volta il sapore del thé. Un'infermiera, la cui professione avvicina molto al confronto con chi sta per passare a miglior vita,  ha assistito al commovente caso di una coppia che, prima di morire, a dieci giorni di distanza l'uno dall'altra, chiesero che i loro letti fossero avvicinati, per consentire un contatto con la mano e cantare insieme la loro canzone preferita. Alcuni malati terminali che hanno vissuto l'orrore del cancro, riflettono invece su quanto la vita sia stata per loro breve e e si dispiacciono per aver vissuto la vita da malati senza godersi l'apposita pensione: da giovani magari pensavano di poter sfruttare la loro gioventù e di godersi il tempo libero, rilassandosi e viaggiando parecchio.

Un saluto pieno di dignità

Un'agenzia capace di aiutare i cari che hanno vissuto la perdita di un amico o di un parente a cui si era affezionati, è la Cattolica San Lorenzo, la quale ogni giorno si confronta con il tema della morte e con chi non ha le competenze per affrontarlo al meglio: clicca qui se vuoi sapere di più su questa realtà e se hai il desiderio di dare un giusto addio a qualcuno per te molto importante. Salutare chi ha vissuto gli ultimi momenti della propria vita nel dolore, non è mai un gesto facile e, realizzare una cerimonia che renda giustizia alla personalità che ha deciso di lasciare il mondo dei vivi, è la scelta più consolatoria per tutto coloro che hanno bisogno di un appiglio a cui aggrapparsi in un periodo buio della propria vita.