Pulire pulito; i detergenti ecologici

I prodotti per la pulizia della casa non si acquistano per piacere o divertimento: nel momento stesso in cui li scegliamo, abbiamo in mente i lavori che dovremo effettuare usandoli, e quindi probabilmente ci resta poco spazio per pensare, più che al tempo che ci metteremo e a quanto saranno faticosi, agli effetti sull’ambiente esterno di quei prodotti. Oggi come oggi, tuttavia, i richiami al passaggio ad una mentalità più ecologica si fanno sempre più frequenti e pressanti, e le ragioni sono sotto gli occhi di tutti; per questo, un acquisto davvero intelligente e coscienzioso non può prescinder da una valutazione dell’impatto ambientale.

Va detto, per correttezza, che la reputazione dei detersivi e detergenti “ecologici” è solitamente legata a idee di ridotta efficacia, il che scoraggia i consumatori dall’acquisto: del resto, se stiamo pulendo casa, la prima priorità non può che essere quella di avere una casa pulita per bene. Ma sempre per correttezza è giusto dire che questa reputazione è falsa e immeritata: se questi prodotti dimostrano delicatezza è soltanto nei confronti dell’ambiente. Quando si tratta di eliminare macchie, aloni e sporcizia, sono tanto spietati quanto uno qualsiasi dei prodotti di sintesi industriale, e la sola differenza con i marchi industriali più noti che abbiamo imparato a riconoscere negli anni è solo, appunto, nel ridotto impatto inquinante.
Certo: un ingrediente che non guasta mai, neppure nel fare le pulizie, è metterci un po’ d’intelligenza. Proviamo ad organizzare la nostra routine di pulizia in maniera ragionata, e ridurremo sia la nostra fatica che l’utilizzo di prodotti di qualsiasi tipo, il che non potrà che far bene a noi, al nostro portafoglio, e all’ambiente che ci circonda. Bastano anche solo tre semplici regolette come queste:

– Aprite le finestre
L’aria esterna è inquinata? Sì: ma quella all’interno della casa spesso lo è di più, anche del doppio. Aprendo le finestre genereremo un ricambio d’aria sano e positivo, che rialzerà i livelli dell’ossigeno all’interno delle stanze e disperderà le tossine. Il risultato: una casa profumata anche senza deodoranti artificiali!

– Preparate tutto in anticipo
Non solo si fatica per fare bene le pulizie, ma si impiega moltissimo tempo… risparmiarlo è evitare uno spreco. Uno dei metodi migliori in tal senso è quello di organizzare su un carrello tutti i prodotti e gli strumenti necessari per le pulizie; eviteremo di sprecare minuti preziosi, moltiplicando la durata del lavoro, per andare continuamente a recuperare qualcosa che abbiamo dimenticato di prendere e che ci occorre.

– Pulite dall’alto in basso
E in conclusione, l’immancabile consiglio delle nostre nonne: puliamo sempre dall’alto in basso! La polvere e la sporcizia cadono: pulire la cima dei mobili dopo avere lavato il pavimento significa solo trovarsi con un pavimento che deve essere ripulito daccapo. E questo significa spreco di tempo, di energie, e di prodotti: evitiamolo!