L’importanza dello smaltimento dei RAEE: come funziona

Novembre 12, 2021 by Nessun commento

Annualmente, nel nostro paese, si realizzano circa ottocentomila tonnellate di rifiuti denominati RAEE, conosciuti anche come Rifiuti di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche”. Un considerevole numero che, purtroppo, è destinato a crescere, in considerazione del fatto che la tecnologia è un elemento ormai principe della nostra quotidianità. Gli AEE sono molto importanti e, per molti versi, indispensabili. Contemporaneamente però, da una parte, hanno al loro interno piccole sostanze pericolose, come metalli pesanti, ritardanti di fiamma bromurati, sostanze alogenate, le quali, se disperse, possono anche causare gravi danni all’ambiente. e dall’altra si basano su materie prime Molti di questi materiali sono materie prime come il ferro e la plastica e devono essere, in quanto materiali significativi, valorizzati piuttosto che cestinate in discariche o rifiuti. Eliminare questi rifiuti correttamente significa salvaguardare il mondo in cui viviamo, inducendo la riduzione dei consumi di materie prime ed energia elettrica. Il modo corretto per eliminare questi materiali è il riciclo che, ovviamente, effettua uno step dalla raccolta differenziata

Lo smaltimento corretto

I più importanti elettrodomestici che utilizziamo all’interno di casa nostra sono classificabili come AAE. Nel momento in cui si devono buttare diventano RAEE, ed è necessario muoversi nel modo più corretto con il fine di evitare che alcune sostanze rimangano in circolo e che materie prime importantissime da riutilizzare finiscano nel dimenticatoio. Per chi non sapesse cosa sono le AEE, questi sono oggetti che per funzionare devono essere alimentati elettricamente, ovvero collegati alle prese della corrente o provviste di batterie. Sono 5 le categorie in cui si dividono: congelatori, frigoriferi, condizionatori e scaldabagni sono nella categoria R1. Le lavastoviglie, le lavatrici, i forni e i piani di cottura rientrano nella categoria R2. I Monitor, le tv, gli schermi e i tv a plasma sono nella categoria R3 e poi abbiamo i piccoli elettrodomestici nella categoria R4 e le sorgenti luminose nella categoria R5.

Consigli a favore dell’ambiente

Prendersi cura dell’ambiente è un compito che spetta a tutti, indifferentemente da quello che facciamo e dal settore in cui operiamo. Nova Ecologica per esempio opera nel settore del trasporto dei calcinacci a Roma, premurandosi che i cantieri edili vengano sempre ripuliti a norma di legge. Al contempo smaltire in maniera corretta i RAEE è un dovere collettivo, insieme al fare una sana raccolta differenziata. In secondo luogo, quando non viene impiegato uno specifico elettrodomestico, è saggio spegnerlo per risparmiare energia elettrica o inserirlo nella modalità stand by. Cerca inoltre di essere più critico nell’acquisto degli elettrodomestici: punta sulla classe A++ e sulle lampadine a risparmio energetico.