Come prevenire l’accumulo di cariche elettrostatiche

Luglio 14, 2021 by Nessun commento

L’accumulo di cariche elettrostatiche avviene ovunque vi siano materiali a differente potenziale che entrano in contatto tra loro. Per questo gli ambienti dove il fenomeno avviene in più di frequente sono i siti industriali dove la presenza di macchinari e materiali neutri comporta accumuli di cariche elettrostatiche potenzialmente pericolose.

Cosa sono le cariche elettrostatiche?

Si tratta di un’insidia comune e diffusa ma che si può risolvere efficacemente contattando ditte specializzate in questo genere di soluzioni come Barre Antistatiche. Come si legge dal loro blog le cariche si accumulano in presenza di attriti, sfregamenti, calore e tensione: tutti fattori che accomunano qualsiasi impianto produttivo.

Inoltre le cariche potrebbero essere molto pericolose per la salute dei collaboratori e per la produzione dato che possono causare incendi, esplosioni, danni ai prodotti e ai materiali. Non esiste un unico rimedio a questo problema perché l’elettricità statica non può essere eliminata ma soltanto scaricata e dirottata altrove, ovvero fuori dall’area in cui questa si va ad accumulare.

Molto dipende dal tipo di materiali trattati che entrano in contatto tra loro ma anche dalle condizioni atmosferiche, dall’umidità e dall’allocazione dei macchinari. Inoltre bisogna considerare anche che per arginare il problema l’installazione di barre antistatiche non è sufficiente se gli operatori non indossano abiti isolanti o se i macchinari non sono a norma.

Perché le cariche elettrostatiche devono essere contrastate?

Come abbiamo in parte già anticipato le cariche elettrostatiche possono danneggiare i prodotti o i macchinari causando rallentamenti alla produzione e ingenti perdite economiche. A volte i macchinari si possono bloccare per via della carica elettrostatica comportando lo stop del processo produttivo ed il riavvio quando l’intoppo viene risolto manualmente.

Inoltre a questi danni si aggiungono i pericoli derivanti dalle scintille che potrebbero innescare incendi ed esplosioni mettendo in serio pericolo la vita dei lavoratori che sono soggetti continuamente a fastidiosissime scosse. Queste potrebbero risultare fatali anche quando sono di lieve entità possono causare cadute e svenimento che, in un ambiente industriale, possono trasformarsi rapidamente in tragedia.

Come si eliminano?

Per sbarazzarsi delle cariche elettrostatiche non c’è altra soluzione che contattare una ditta esperta per installare barre antistatiche o ionizzanti. Queste verranno applicate dopo un primo sopralluogo, necessario a capire l’entità del problema e le migliori soluzioni per risolverlo.

Durante l’analisi il tecnico provvederà a misurare le cariche tramite un rilevatore e, dati in mano, provvederà a selezionare la barra migliore per contrastare l’accumulo di carica.

Ecco perché utilizzare barre antistatiche

Le barre sono sistemi che prevengono ed eliminano l’accumulo di cariche consentendo agli utilizzatori di monitorare l’andamento attraverso appositi strumento di controllo. Queste migliorano le prestazioni dei macchinari riducendo il rischio di danneggiamenti alla produzione per la quale, difatti, diminuiranno anche gli scarti.

Inoltre le barre eliminano l’attrazione della polvere su materiali e macchine e riducono il rischio di scariche agli operatori, prevenendo anche esplosioni e incendi. Le barre antistatiche sono un’ottima soluzione per le realtà industriali ma ci sono tante altre accortezze che possono essere messe in pratica per ridurre accumuli e danni.

Per esempio parliamo di controlli periodici agli impianti e un clima correttamente umidificato che possa ridurre il rischio di accumuli di cariche elettrostatiche. Infine l’impiego di indumenti isolanti idonei può essere significativamente rilevante per proteggere la salute dei collaboratori, contribuendo a rendere sicuro e sano l’ambiente di lavoro.