La zincatura elettrolitica è tra i trattamenti superficiali maggiormente presi in considerazione per garantire importanti caratteristiche meccaniche ed estetiche a un metallo di qualsiasi tipologia. Vediamo di cosa si tratta, come si esegue e soprattutto quali sono i principali vantaggi.

Che cos’è la zincatura elettrolitica

La zincatura elettrolitica è procedimento che permette di eseguire un trattamento superficiale allo scopo di migliorare le caratteristiche meccaniche ed estetiche di un metallo. Nello specifico, si tratta di una particolare tipologia di zincatura ossia di un processo galvanico adatto per creare una sorta di film protettivo in zinco da posizionare su una superficie metallica come nel caso dell’acciaio.

Il motivo per il quale se ne fa largo uso nell’industria è legato principalmente alla sua straordinaria capacità di mettere al riparo il metallo dalla pericolosa corrosione galvanica. L’operazione si articola in diversi passaggi.

Innanzitutto, il materiale viene sottoposto a delle operazioni preliminari molto importanti come il pre – sgrassamento, il decapaggio e lo sgrassamento. Il metallo viene, infatti, preparato ad essere sottoposto alla zincatura elettrolitica che avviene tramite immersione in una soluzione elettrolitica.
Di fatto, vengono eliminate delle impurità presenti sulla superficie per migliorare la protezione. La soluzione utilizzata è ricca di zinco e di altri elementi che contribuiscono a creare l’importante film protettivo.

Completata questa fase il materiale viene poi sottoposto a corrente elettrica di una determinata intensità per creare lo strato di zinco sulla superficie metallica. In estrema sintesi, il pezzo da sottoporre al procedimento viene immerso in una soluzione elettrolitica e poi, grazie all’effetto della corrente elettrica, attrae le molecole di zinco che creano lo strato protettivo. Il loro legame è solido e ha una lunga durata nel tempo.

Le diverse tipologie di zincatura elettrolitica

La zincatura elettrolitica può essere effettuata con due principali modalità: la zincatura elettrolitica a freddo con impianti automatici statistici e quella con impianti a rotobarili. Nel primo caso si adoperano dei telai sui quali vengono posizionati il pezzo metallico da sottoporre al trattamento.
Attraverso il telaio viene fatta scorrere la corrente elettrica e si ottiene un risultato finale di grande qualità.

Nella seconda tecnologia, invece, i pezzi vengono posizionati su degli agganci che hanno come principale compito quello di permettere il contatto elettrico tra le parti. Qui c’è un vincolo legato all’esigenza di dover scegliere dei pezzi da trattare, caratterizzati da adeguate geometrie che permettono il rotolamento.

Tra l’altro c’è anche un vincolo per quanto riguarda la massa che deve rientrare all’interno di un certo range. Per sfruttare al meglio le potenzialità delle varie tecniche di zincatura elettrolitica bisogna affidarsi ad aziende specializzate che offrono un servizio professionale con la presenza di un esperto in grado di dare consulenza e assistenza al cliente.

A tale scopo è possibile dare uno sguardo al sito www.donatigiovanni.it per apprezzare le potenzialità di questo e di altri trattamenti superficiali. Inoltre, questa azienda si occupa anche di lavorazioni metalliche come il taglio laser, la piegatura dell’alluminio e la punzonatura.

I vantaggi della zincatura elettrolitica

Contrariamente a quanto si possa pensare, la zincatura elettrolitica è in realtà un trattamento piuttosto antico che però è stato utilizzato grazie alle innovazioni tecnologiche.
Infatti, i trattamenti galvanici vengono usati dall’uomo ormai da tantissimo tempo. Da sempre l’obiettivo è quello di creare un deposito di sostanze elettrochimiche per avere una pellicola protettiva che nel caso specifico è a base di zinco.

I vantaggi che si possono ottenere con questo procedimento sono però eccezionali. Abbiamo già parlato della sua capacità di proteggere il metallo dalla corrosione che comporterebbe danni dal punto di vista estetico e soprattutto della tenuta e resistenza fisica della struttura.

Inoltre, il metallo è molto più resistente non solo rispetto all’azione degli agenti climatici ma anche e soprattutto alle sollecitazioni fisiche di varia intensità. Inoltre, il pezzo metallico si presenta più lucente e gradevole esteticamente. Da sottolineare che con la tecnica della zincatura elettrolitica si riesce anche a ottenere un’accurata pulizia eliminando le impurità.