Paiolo per polenta: tutto quello che c’è da sapere

Gennaio 12, 2021 by Nessun commento

La polenta è un piatto tradizionale italiano, gustoso ed estremamente versatile. Come cucinare la polenta infatti cambia in base al luogo nel quale ci si trova, ma la cosa che accomuna tutte le differenti ricette è proprio la bontà ed unicità dell’ingrediente principale: la polenta.

Cucinarla nel migliore dei modi, con ingredienti di qualità e attrezzi adatti saranno carte vincenti al fine di portare in tavola un piatto che farà davvero la differenza. Il paiolo è l’attrezzo nel quale la polenta verrà cotta nel migliore dei modi, riuscendo ad esaltarne al meglio il gusto ed ogni qualità. In merito a quanto appena detto potrebbe esserti utile visitare le offerte presenti sul sito: www.polent-one.com

Paiolo: caratteristiche

Se si pensa alle nonne e alla tradizione di sicuro non ci vengono in mente i preparati pronti, i quali sicuramente riescono a garantire una polenta pronta in molto meno tempo, ma non riusciranno mai a portare in tavola il sapore genuino di una polenta fatta a regola d’arte. Quello che si usava infatti era proprio il paiolo, ed era questo il segreto per avere una polenta unica: liscia e cremosa.

Nonostante il tempo trascorso questo strumento rimane tra i migliori in assoluto per questa tipologia di alimento ed il migliore alleato al fine di evitare brutte figure come ad esempio la polenta attaccata sul fondo o troppo secca. Tutto questo riguarda il paiolo classico formato dal contenitore in rame, ma è sempre più diffuso nel mercato anche il paiolo elettrico, il quale dotato di motore andrà a ridurre fatica e tempo.

Paiolo tradizionale

Questa tipologia di paiolo risulta essere uguale a quello classico usato nelle tradizioni passate, con la sola differenza che non ha la catena attraverso la quale veniva agganciato al caminetto per la cottura. Il paiolo tradizionale odierno è composto da due comodi manici laterali e, come precedentemente detto, un grande contenitore in rame. I vantaggi sopra elencati come ad esempio evitare che si attacchi sul fondo oltre a risultare troppo secca, sono dovuti proprio a questo materiale il quale tramite la sua elevata conducibilità termica riesce a garantire una distribuzione omogenea del calore.

Paiolo elettrico

Il paiolo elettrico invece differisce da quello tradizionale semplicemente per il motore. Questo infatti è composto dalla struttura precedentemente descritta, dunque manici e contenitore in rame, e da un motore con braccio rotante.

Quest’ultimo essendo posizionato superiormente riesce a garantire il giusto movimento costante agli ingredienti, potendone anche gestire la velocità. Il vantaggio di questo paiolo è che il braccio rotante riesce perfettamente a sostituire il movimento del braccio con il mestolo, evitando quindi fatica e soprattutto tempo che altrimenti andrebbe dedicatogli.

Come si utilizza?

Prima di tutto dovrà essere riempito di acqua bollente salata, la quantità varierà ovviamente in base a quanta polenta si vuole ottenere; successivamente deve essere posizionato sul fuoco e subito dopo dovrà essere buttata al suo interno a pioggia e lentamente la farina. Tutto questo mentre con un mestolo preferibilmente di legno vengono girati al suo interno gli ingredienti, con movimenti regolari e mai troppo veloci.

Le cose fondamentali alle quali prestare attenzione durante la fase di mescolamento, sono principalmente due:

– modalità, è importante porre concentrazione su come viene svolta l’azione in quanto anche una piccola distrazione potrebbe compromettere tutto il risultato finale, andando a causare grumi oltre che creare bruciature sul fondo del contenitore.

– tempo, la polenta richiede molta pazienza in quanto è importante che gli ingredienti vengano mescolati fino a che questa non avrà raggiunto la giusta consistenza. Fermarsi prima o troppo tardi andrà sicuramente a variarne il gusto finale.

Tramite il paiolo elettrico cambia solo la procedura di mescolamento della quale si occupa il braccio rotante.